giovedì 14 agosto 2008

Vasto. Pomeridiano



il meriggio è un'emozione che ti prende e s'ingloba tutti gli stati d'animo che puoi snocciolare, il meriggio t'invade, ti possiede e ti ha


puoi girellare con la coscienza a tratti appannata e a barlumi guizzare, puoi attutire i pensieri, relegarli in stand by ma i sensi no, sono chiamati ad esserci perché il meriggio è saturo di colore di calore di brezza e di palpito

2 commenti:

rossellamother ha detto...

meriggiare pallido e assorto...se non si può pallido, almeno assorto.
scusa la battuta da due soldi ma é vero che spesso ci si sente in uno stato di trance dove si assorbono solo intime sensazioni

papavero di campo ha detto...

questa poesia è stata un 'iniziazione per noi tutti..
il poeta scopre pallore anche nel sole..

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.