giovedì 18 dicembre 2008

Coscio di tacchino all'arancia













un coscio di tacchino trattato all'arancia:

occorrono:

un coscio di tacchino,

2 arance grandi bionde
un paio di cucchiai di miele millefiori

un paio di cucchiai di sciroppo d'acero

un porro

alcune foglie di alloro
olio, sale

- in una ciotola versare il succo delle arance e la loro scorza grattugiata fine con un microplane, il miele e lo sciroppo d'acero;

- praticare dei tagli nella compatta carne del tacchino e introdurvi il preparato -anche se liquido, la scorza però è traccia visibile;

- soffriggere in olio il porro e le foglie di alloro bucherellate, non far scurire assolutamente il porro! farvi rosolare il coscio in tutte le sue superfici;

- irrorare col succo d'arancia e miele e far andare a cottura lenta a fuoco basso in casseruola rigorosamente coperta;

- di tanto in tanto provvedere a ricoprire con il suo sughetto la carne in modo che anche la parte superiore sia costantemente irrorata;

- dopo circa 40-45 minuti è pronto per essere affettato (operazione invero scocciante, perché il coscio di tacchino ha dei lunghi filamenti di nervi e cartilagine).

Nota:
la carne di tacchino, che diciamocelo, non è un granché, trattata in questo bagno d'arancia e miele e sciroppo d'acero è notevolmente soddisfacente, perde quel suo sapore tacchinoso e la scambieresti per una carne di vitella.

6 commenti:

manu e silvia ha detto...

veramente un piatto semplice e gustoso con l'arancia e lo sciroppo d'acero!
bacioni

papavero di campo ha detto...

si gentili ragazze, una preparazione semplice per nobilitare un po' il tacchino!

Romy ha detto...

Oggi a pranzo ero smaritata...gira che ti rigira...cosa mangio..questo...quello: poi alla fine mi è venuta una fame da lupi e ho mangiato latte e biscotti! Ma di fronte al tuo tacchino all'arancia, mi sono subito pentita...Bacioni :-)

papavero di campo ha detto...

ci sono frangenti di sopravvivenza.. fanno apprezzare di più le preparazioni più accurate..

anche latte e montagne di cereali soffiati mi capita!

a.o. ha detto...

cara pap, ho tentato anch'io di esaltare il cosciotto per mezzo di un trattamento al curry, ma con scarso risultato. ottimo il condimento ma la carne non ne ha giovato granché: come cavare sangue da una rapa.

papavero di campo ha detto...

aiuola,
eh sì talvolta giusto motto

come sarà quello del ringraziamento?! forse dopo 10 ore di cottura e con quel po-po di ripieno! si può mangiare il ripieno e lasciare il tacchino:)

ps: ci sono eccezioni, la tacchinella ripiena è buonissima, l'avevi vista questa qua?

(http://papaverodicampo.blogspot.com/2008/03/tacchinella-ripiena-speziata.html)

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.