martedì 20 gennaio 2009

Giorgio Caproni "per le spicce", Hokusai, un'immagine d'inverno, un'immagine di primavera




L'ultima mia proposta è questa:
se volete trovarvi,
perdetevi nella foresta





Giorgio Caproni, Per le spicce, in L'opera in versi, Mondadori I meridiani
Immagini di Katsushika Hokusai

3 commenti:

Romy ha detto...

Oh, quanto è vero....perdersi per ritrovarsi, per capire il limite, per saggiare la nostra forza, e le nostre debolezze...Volontà di perdersi, che fa crescere: ben diverso è quando ci ritroviamo persi, senza averlo voluto e programmato....senza esserci lasciati dietro le spalle alcun sassolino....senza un filo di Arianna....come ritrovare la via? Un abbraccio, cara Laura...

papavero di campo ha detto...

il poeta è andato per le spicce, ma quanto ci viene a noi da aggiungere!
perdersi e ritrovarsi è come il bianco e il nero o il giorno e la notte o il dolce e il salato e via aggiungendo

lecartedimauri ha detto...

...mi piacciono moltissimo le immagini con la neve degli artisti giapponesi...ciao,mauri

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.