giovedì 8 gennaio 2009

Passeggiata romana. A fine dicembre. Dettagli










































11 commenti:

Paolo del 1948 ha detto...

mi sembra di esserci!
ciao

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Sto leggendo I segreti di Roma di Augias, l'ultimo capitolo che ho letto parla proprio di Gioachino Belli! bello vedere le immagini aggiornate della capitale :-)

Caty ha detto...

bellissima passeggiata ,meravigliosi sorrisi , straordinari rampicanti. quando si ama ogni piccola cosa , si ama la vita

Luca and Sabrina ha detto...

Passeggiando con te per le vie di Roma, lungo percorsi a me sconosciuti, ho gli occhi che traboccano d'incanto. Dentro scatti incorniciare il movimento ed il silenzio. Tra passato e futuro questi scorci di paesaggio mi parlano in una lingua che amo.
Un abbraccio caldo come una tazza fumante di té e grazie per le parole che mi hai donato stamattina. Mi hanno toccato nei posti più miei!
Sabrina

Effeti ha detto...

La tua Roma è bellissima ed il tuo cappellino una vera delizia.

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Passeggiare per Roma è sempre una grande emozione. Sai che la settimana scorsa sono stata proprio in quel negozietto giapponese che hai fotografato e ho fatto qualche acquisto. La commessa è troppo simpatica e hanno delle cose meravigliose.
Ciao
Alex

papavero di campo ha detto...

paolo t'invito ad esserci di persona, a roma oltre che a firenze!

cecoviana stella ciao! per te un sonetto del belli:
« Er giorno der giudizzio

Quattro angioloni co le tromme in bocca
Se metteranno uno pe cantone
A ssonà: poi co ttanto de vocione
Cominceranno a dì: "Fora a chi ttocca"

Allora vierà su una filastrocca
De schertri da la terra a ppecorone,
Pe ripijà ffigura de perzone
Come purcini attorno de la biocca.

E sta biocca sarà Dio benedetto,
Che ne farà du' parte, bianca, e nera:
Una pe annà in cantina, una sur tetto.

All'urtimo uscirà 'na sonajera
D'angioli, e, come si ss'annassi a letto,
Smorzeranno li lumi, e bona sera. »

troppo forte non cè che dire!


caty un passeggiare sfizioso:)


sabrina, con quella fumante tazza, ci facciamo dai anche un maritozzo! e farcito con la panna! baffi di panna slurp doppio slurp:)

grazie a te d'essere come sei!

fulvia ho trovato il modo di sfoggiare le mie spille! me le metto in capo:)

alex, galeotta l'artemisia!
anch'io passai ma nulla acquistai!
per la ragione che in quel negozio lì ci devi stare un'ora almeno e non disponevo di quel tempo per giunta essendo in compagnia,
scommetto hai preso una cintura!
e che belle le rifiniture di tessuto di seta sulle tasche dei jeens!

Paolo del 1948 ha detto...

gatteria permettendo, sarebbe bello
un giardino con animali è un dono di valore, ma anche un vincolo per gli spostamenti
comunque con i tuoi servizi fotografici arricchiti dagli haiku e dalla tua personalità è come avere a portata di psiche sia la toscana che roma
ciao

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Album fotografico con poesia ... il mio preferito!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Delle cinture mi sono innamorata, ma anche io ero in compagnia della truppa di blogger e sono entrata velocemente. Ma avrei voluto restare a lungo, proprio come dici tu.
Invece ho preso i calzini giapponesi per l'infradito, visto che ho delle Birkenstock da casa con l'infradito e in questo periodo mi si gelano i piedi se le porto senza calzini :-))
Ciao
Alex

papavero di campo ha detto...

paolo, grazie! ma gli inviti per voi sono sempre rinnovati!

twostella, immagine e poesia sì connubio indissolubile


alex, io ho visto le mie mani dirigersi verso quei calzini purtroppo davvero una questione di tempo e di solito mi piace spulciare con calma!
ciao a presto!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.