mercoledì 2 settembre 2009

Toscana. Toiano. Porte









per una sorta di foga "postaiola" ho tralasciato le parole parlate di accompagnamento alle mute immagini , ma in soccorso e favore mi giunge con benefica sincronicità Paolo del '48 che così commenta:

"queste porte mi evocano davvero tantissimi pensieri, il tema del confine mi accompagna in queste settimane"

grazie telepatico amico che hai inteso condividere il tuo rimuginio sollecitando alla coscienza il senso archetipico della porta-confine , smuovendo per ciò stesso i nostri latenti pensieri e sentimenti

4 commenti:

Paolo del 1948 ha detto...

queste porte mi evocano davvero tantissimi pensieri.
il tema del confine mi accompagna in queste settimane

papavero di campo ha detto...

paolo le tue parole come cacio sui maccheroni: ho inteso di evidenziarle nel post stesso,
grazie che solleciti il mio e l'altrui pensiero,
sei rientrati?
saluta anche luciana!

Paolo del 1948 ha detto...

grazie papavera
mi chiedi se sono rientrato.
come sai sono uno che "sta" praticamente da vent'anni nello stesso luogo.
paradossalmente, dato che non sono uscito, non sono neppure tornato.
uno dei miei daimon è il localismo.
è per questo che mi attirano le varianze di porte e cancelli.
e questi da te fotografati parlano di storia e di senso comune

papavero di campo ha detto...

il localismo già!
nel tuo caso -lo so!- l'essere stanziale è nutrito alla grande da un dinamismo psichico di elevata portata!
le varianze, ecco che mi/ci porti un altro elemento per l'elaborazione,
e le finestre? le hai viste le finestre di Toiano, un paese fantasma che non fa punta paura!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.