mercoledì 18 novembre 2009

Festa di compleanno






















Mia sorella, scorpioncina novembrina, fa gli anni e mi vien l’istinto di prepararle il pranzo di compleanno, mi piace l’idea che dovrà solamente mettersi a tavola, salto a pié pari gli antipasti che di norma ci saziano subito e s’inizierà con una vellutata di zucca (rinfrancata col sapore pannoso del pecorino fiore sardo), a seguire tortellini fatti a mano (della gastronomia Simoni di Via Drapperie, 2 a Bologna) con ragù di misto di carni di maiale, involtini di noce di vitellone farciti copiosamente, cime di rapa all’abruzzese (rifatti in padella con senso di aglio e peperone trito dolce) peperoni verdi rossi e gialli arrostiti (tenuti a bagno d’olio buono preventivamente per parecchie ore), torta di bocconotto (un dolce di lessico familiare con una personale rivisitazione) ci allieterà anche un manufatto di pasticceria del grande Salvatore De Riso -che ha ormai bottega anche a Roma in via Gallia, un superbo "SOUFFLE' STREGATO", pasta frolla alle nocciole, pan di spagna bagnato allo Strega Alberti, ricoperta con una meringa flambata.

Beveraggi: Cabernet Sauvignon, Nero d’Avola, spumante dolce per scelta della maggioranza e Moscato di Sicilia.

21 commenti:

Grazia ha detto...

papavero, darling, non uccidere i tortellini di via drapperie, (huatabampo)con il ragù: chiamano solo il brodo!

com'erano?

baci comunque

Francesca ha detto...

buon compleanno alle generazioni belle papaverine.
un bacio
nina Ozu.

Anonimo ha detto...

papavero uccidi pure i tortellini col ragu' io ti assolvo!Che cara che sei a deliziare con un pranzo cosi' la tua sorellina!Auguri a lei !E che tenerezza la vostra mamma! Abbracci da carmen

papavero di campo ha detto...

grazia erano la morte sua! dei tortellini dico, tosti sotto i denti e con la percezione del sapiente ripieno, ci sono state ovazioni, tieni presente che il ragù in parola era con filetto di maiale con spuntature con macinata con due tipi di salsiccia (una rossa piccante) tutto di maiale, cottura in tiella di terracotta abruzzese dai bordi alti per oltre 3 ore! la carne era diventata spappolata a frammenti,
(c'era stato il favore di questa congiuntura di un salto a Bologna)( a natale solo in brodo senz'altro!)

ps: decodificami te ne prego l'intercalare huatabampo, sento che c'è sotto qualcosa ma non capisco che!!


nina grazie degli auguri!
(in Ozu c'è sempre in primo piano il tema della pietas filiale) ('sta volta sororale!)


carmen grazie! anche della tenerezza che sai cogliere

Grazia ha detto...

beh: tempo fa l'artemisia tirò fuori questa fantastica città rispondendo con un intero post a un mio commento su AAA, e da allora ho deciso che nella blogosfera questa sarebbe stata la mia provenienza... temo però di non saper mantenere i segreti, soprattutto se si parla dei tortellini. insomma come ti dicevo qui a huatabampo, in via drapperie e anche in altri posti, li mangiamo in brodo e sulla materia finiamo per essere piuttosto suscettibili!...
immagino comunque che fossero strepitosi.
baci dalla sonoriana padania

papavero di campo ha detto...

cara grazia sono quei brodi da bollito misto? quelli da esperienza mistico-estatica? ebbi modo di sperimentare certe sensazioni da stati meditativi avanzati dal glorioso Fini a Modena, la prima volta fu un'iniziazione quel carrello dei bolliti (e come se non bastasse un balsamico che era crema-balsamo-essenza sul filetto che resta ricordo indelebile) (purtroppo la seconda volta da Fini non fu memorabile della serie repetita non iuvant)
allora huatabampobulogna!
dimmi allora se la scelta di Simoni è stata felice memori che del famoso Atti una volta restammo delusi sempre in temma turtlen!

Grazia ha detto...

certo, brodo della domenica e soprattutto delle feste, con la punta di petto, il doppione, la lingua, l'osso e, a casa mia, la salsa verde della mamma. confesso che Atti ha deluso anche molti locali, io li compro sempre lì vicino, ma alla "vecchia malga" , sempre quando non riesco a convincere la mami a farmeli... :-)
in alternativa alla "pasta dell'arcimboldo" in via porrettana, su ordinazione. per quelli potrei davvero macchiarmi di crimini consistenti!

ciao pap!

papavero di campo ha detto...

grazie della preziosa dritta, ho visto sulla mappa e non mi pare nel centro però ad ordinarli prima e poi prendere un bus e andarseli a prendere si può fare se lo si vuole intensamente fare! e a quanto dici ne varrebbe la pena
(firenze-bologna è solo un'ora di treno e fra poco solo 35 minuti)

ps: sono andata a vedere il post dell'artemisia virtuosa pennablog! insomma huatabampo e sonora due land meglio che one!

Grazia ha detto...

il bus nr 20 da via indipendenza ti lascia proprio a pochi metri, e già che ci sei sali a piedi a S.luca e ti godi la vista quasi fino a casa tua, se l'aria è limpida

Mary ha detto...

Auguroni e complimenti per la carellata di pietanze!

papavero di campo ha detto...

dell'indicazione completa molte grazie!


mary bentornata! grazie!

palmy ha detto...

Ma che bontà!!!! Una bellissima idea, potrei applicarla con l'unica sorella rimasta nella mia città (le altre due sono una a Roma e una a Monza)... ma no! Fa il compleanno il 24 dicembe... arg!

papavero di campo ha detto...

palmy 4 sorelle che forza! quando state insieme immagino che accadano delle belle!

Luca and Sabrina ha detto...

I nostri più cari auguri alla tua sorellina, per la quale hai preparato un pranzo magnifico, siamo rimasti incantati davanti al tuo ragù, un crescendo di sapore che avvolge i tortellini in un caldo abbraccio, ma ogni piatto hai saputo renderlo speciale. I peperoni, le puntarelle, il bocconotto....quanto amore dietro questo pranzo!
Un abbraccio e grazie per le tue bellissime parole
Sabrina&Luca

papavero di campo ha detto...

sabrina e luca cari ambedue e belle anime sensibili, grazie delle parole che arrivano sincere e mi rallegrano, "tortellini in un caldo abbraccio" ecco come andava detto grazie!

dede ha detto...

auguri alla sorella scorpioncina da parte di una collega

papavero di campo ha detto...

ehilà grazie dede lo so lo so! voi definite depositarie delle segrete forze della natura! quando lo dissi a mia sorella nessuna reazione ed anche quando lo dissi a te ticordi? colleghe anche in questo!

Luciana Bianchi Cavalleri ha detto...

mmmmhhh....
mi sono sciolta, leggendo la descrizione e guardando le tue foto...(fortunati commensali e fortunatissima sorella...eheheh!)

luciana - comoinpoesia

papavero di campo ha detto...

grazie luciana! posso dirti che è una sorella che merita questo ed altro e che l'ho fatto con piacere e divertimento, e per giunta compiacendomi del corale riconoscimento:-))

Artemisia Comina ha detto...

auguri e scarpetta.

papavero di campo ha detto...

merci artemisià!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.