sabato 19 dicembre 2009

Neve. Haiku di Basho, di Issa e di Papavero






“ Solo perché esisto
sono qui
tra neve che cade "

Issa




" vieni andiamo
guardiamo la neve
fino a restarne sepolti "

Basho




" orsù andiamo
ad ammirare la neve
finché cadremo "

Basho (un'altra traduzione)




libero cuore
vaga poi sosta prende
magia di neve

Papavero








9 commenti:

marina ha detto...

Sono passata per lasciarti i miei auguri e ho trovato queste meraviglie!
grazie anche per i tuoi aiku da me!
un abbraccio, marina

Francesca ha detto...

che bellezza.

orsù andiamo
ad ammirare la neve
finché cadremo

è come sentire l'odore di terra bagnata.


un bacio e tanti tantissimi fiocchi

Anonimo ha detto...

amo la neve addolcisce e fa poesia chissa' forse cadra' anche sull'Etna i miei figli saranno felici !Un grande abbraccio papavero da carmen

papavero di campo ha detto...

marina grazie degli auguri e della visita, ho sempre vivo piacere che tu apprezzi i miei haiku!
stai bene e buoni giorni di buona compagnia di te con te!

papavero di campo ha detto...

francesca anche da te il Bianco, che abbacina spiazza e trasfigura

papavero di campo ha detto...

carmen, la neve etnea, come il monte fuji o come l'attesa della neve o come l'allegria infantile quando i fiocchi volteggiano,
un bacio a te e ai tuoi ragazzi!

Artemisia Comina ha detto...

bellissime foto, pap. magnifico quell'uccelletto veloce di gelo.

simonapinto ha detto...

bianco assoluto, vuoto candore,vasto e tranquillo come anima in attesa che nella mancanza si colma di valore.
un abbraccio mia cara paparavella

papavero di campo ha detto...

artemisia,
simona,

la neve sveglia istinti sopiti, memoria ancestrale, sensitività da primordi, dimensione filogenetica della specie!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.