martedì 23 febbraio 2010

Venezia. Alloggiare. Albergo Ca' d'Oro























buona accoglienza, sistemazione gradevole all'Hotel Ca' d'Oro, in postazione appartata, a pochi metri da Campo Santissimi Apostoli, con affaccio sull'acqua di un canale -ché l'acqua a Venezia è sentimento, con tre finestre in camera, travi di legno a vista, un divanetto da cui l'autorizzazione a definirsi suite! junior però!

silenzioso e quieto, solo lo sciaguattio del canale e il rumore non molesto di qualche imbarcazione a motore, ma il regalo di bearsi del totale silenzio e quiete te lo devi conquistare e a tutti i costi volendoli, s'è reso necessario privarci del sistema di condizionatore, stupida indiscreta invenzione turbolenta e roboante in grado di minacciare ogni aspirazione alla percezione di ovattata pace, il punto era che escludere il riscaldamento comportava rinunciare in toto alla corrente elettrica, visto che un'unica scheda comandava il tutto, per cui avventurarsi nottetempo in direzione del bagno comportò cautele, ponderati passi e una certa stizza di non avere meco la mia splendente piletta alogena (ciononostante l'indomani non intesi di acquistarne avendo provveduto a non chiudere le imposte, semplice no?!)


Hotel Ca' d'Oro
Corte Barbaro, Cannaregio, 4604
30131 Venezia,
Tel. 041.2411212


4 commenti:

Artemisia Comina ha detto...

mi pare ti trovasti bene :)

papavero di campo ha detto...

tradimento fu fatto alla Calcina delle zattere oggi albergo Ruskin!
ma cambiare m'andava!

Chiara ha detto...

wow ,hai fatto foto anche lì, alle zattere? Adoro passeggiare da quelle parti guardando la Giudecca dove mai mi sono avventurata...buffo, no?

papavero di campo ha detto...

Chiara le Zattere sono nel cuore ed hanno il primo posto! La Giudecca va raggiunta e percorsa e la vista da lì ugualmente un assalto di emozioni..gli incurabili eh già siamo noi!

(http://papaverodicampo.blogspot.com/search?q=venezia+incurabili)

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.