venerdì 5 febbraio 2010

Venezia. L'acqua. Itinere papaverante - III - Josif Brodskij "sciaborda la laguna"






































"Sciaborda la laguna, punendo con cento minimi sprazzi
la torbida pupilla con l'ansia di fissare nel ricordo
questo paesaggio, capace di fare a meno di me
."

da Strofe veneziane, 1982

Josif Brodskij, Poesie italiane. Milano, Adelphi, 1996.




6 commenti:

dede ha detto...

papavero stremato richiede urgentemente il numero del "telefono verde" per una denuncia di sfruttamento

papavero di campo ha detto...

ma no dede pigli un abbaglio:-))
poetica papaverante peripatetica è solidale e in corcordia! (piuttosto lo stremante è stato per i miei piedi e le mie ginocchia assoggettate a nove ore di cammino!)

Romy ha detto...

Un altro dei tuoi sassolini nello stagno, anzi, in questo caso...nella laguna! Brodskij mi ha letteralmente fulminato ( sulla via di Venezia...)..Corro a documentarmi! Un bacio :-)

papavero di campo ha detto...

"Scrivo questi versi, seduto all'aperto su una sedia bianca,
d'inverno, con la sola giacca addosso,
dopo molti bicchieri, allargando gli zigomi
con frasi in madrelingua.
Nella tazza si raffredda il caffe.
Sciaborda la laguna, punendo con cento minimi sprazzi
la torbida pupilla con l'ansia di fissare nel ricordo
questo paesaggio, capace di fare a meno di me."

romy, è bella vero?

Artemisia Comina ha detto...

mi piace pap veneziana.

papavero di campo ha detto...

artemisia, venezia mi fa morire, di vita e di desiderio!!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.