domenica 12 febbraio 2012

today lullaby and poppies lullaby style





Leonard Cohen - Lullaby




chi ha caricato il video su youtube ha messo anche queste belle note:


Ritorna in pompa magna il Grande Capo del cantautorato mondiale, l'ex "menestrello dalla voce di rasoio" diventano oramai un crooner in grado di rasentare la perfezione. Leonard Cohen, 77enne dall'aria rilassata e il volto scavato dal tempo, songwriter di natura sopraffina che non ha mai smesso di scrivere canzoni ma soprattutto non ha mai dimenticato come fare breccia nel cuore dell'ascoltatore. Quello di "Old Ideas" è un Cohen più oscuro e introspettivo, che indaga su se stesso come lo farebbe uno scrittore in un reading di poesie, dando il peso giusto alle parole con una umiltà e una saggezza di chi ne ha viste di cotte e di crude in 50 anni di gloriosa carriera.

Ma è soprattutto la musica, stavolta, a fare la differenza. Patrick Leonard, produttore di Madonna ai tempi di "Who's That Girl" e "La Isla Bonita", s'è tenuto a freno, relegando synth e programmatori sullo sfondo in funzione coloristica, e gli altri coproduttori del disco sono stati altrettanto fedeli alla consegna. In "Old Ideas", talvolta, non serve altro che una voce di pece e catrame e una chitarra acustica, come in "Crazy To Love You". E forse non è un caso che il pezzo che "suona" meglio si avvalga della presenza al gran completo dello straordinario gruppo di musicisti che ha accompagnato Cohen in tour in questi ultimi anni, la Unified Heart Touring Band: si intitola "Darkness", già proposta in concerto dal 2007, una ballad travesita da rock blues tenebroso come non se ne sentivano in giro da un ventina d'anni, carezza sopraffina e vertice compositivo di un disco che emerge, ascolto dopo ascolto, come irresistibile bomba sexy. Sono dieci canzoni che inquadrano i passaggi chiave di un'ascesa leggendaria, consacrata, di decennio in decennio, da capolavori capaci di insediarsi ai vertici della musica mondiale. Tutto questo, naturalmente, sullo sfondo fittizio di una sera autunnale con un calice di vino fra le mani e una luna bestiale ad illuminare il mondo intero.

"The Darkness", testamento spirituale, soffice, ovattato, seducente, venato di ironia, ma non per questo meno diretto, con organo e chitarra slide, è perciò la fotografia di un uomo che guarda senza compromessi la vita che gli rimane: e ne sorride, si abbandona al flusso di una creatività ancora vivace, ne assapora la sensualità, illuminato dalla voce sempre più roca e recitante, una lama che penetra nell'anima.

Non ho futuro
So che ho i giorni contati
Il presente non è così piacevole
Solo tante cose da fare
Pensavo che il passato mi sarebbe bastato
Ma l'oscurità ha inghiottito anche quello


Le "Old Ideas" sembrano i valori abbandonati dalla società che corre cieca nella sua crisi, incapace di soddisfazioni che non siano istantanee: certezze etiche, l'amore, la solidarietà umana. Blues lento, una "Lullaby" che evoca un sonno profondo. "Going Home", dove canta di sé in terza persona: "Adoro parlare con Leonard, è uno sportivo e un pastore, è un bastardo pigro...".
Cori rarefatti, musica essenziale e anch'essa venata di ironia.
L'ascolto è un riposo non privo di inquietudine.






Tom Waits - Lullaby







Tom Waits - Midnight Lullaby







lullaby-The Cure




lullaby hippy
an explosion of colours
imaginative





oggi lullaby
cura affettuosa for me
in me da me a me


haiku a me, dodici febbraio duemiladodici


lullaby per mandare retro la malinconia del mio fisico star male quando il mio spirito è infragilito i miei talismani mi soccorrono e sono alleatecure in sembianza di alleatopapavero alleatavoce alleatodisegno alleatoaffetto, mi rinfranco mi risollevo smetto di piangere placo il mio affanno muto il clima della mia mente








4 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Scusami,ti conosco da poco e ammiro la tua arte.
Mi sembra di capire che non stai passando un buon periodo e mi dispiace.
Cristiana

papavero di campo ha detto...

ti ringrazio della parola di attenzione per me, questo fa bene, è un ritorno benefico attraverso il mio blog che "allevo" e custodisco come un bene prezioso e che mi ripaga in innumerevoli modi

horror vacui ha detto...

Ehy Papavero di campo! Sto male, ma il tuo blog è così bello e colorato che riesce a risollevarmi.

papavero di campo ha detto...

funziona anche per me!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.