mercoledì 28 novembre 2007

Arrosto lardellato






Un pezzo intero magro di polpa di maiale, salarlo.

Un battuto aromatico fatto di foglioline fresche di pepolino (timo), olive nere snocciolate, capperi in quantità a piacere, 2 spicchi d’aglio rosso.

Faccio tagli sulla carne e inserisco bottoni di pesto.

Spalmo su tutta la superficie senape di Digione forte, metto dei rametti di pepolino e avvolgo il pezzo di carne con fette di prosciutto crudo dolce e fette di lardo di Colonnata,

Arrotolo con spago bianco da cucina , metto a soffriggere lo scalogno a fettine e faccio rosolare la carne in tutte le superfici.

Il tegame deve essere ad hoc: il pezzo vi deve essere contenuto stretto, nei pochi spazi inserisco dei pezzetti di carote (che diventeranno un saporito contorno)

Porto a cottura con brodo di carne, trovo ottimo il granulare di carne knorr magro.

Dopo la rosolatura a fiamma vivace, cottura a fuoco basso per un’ora e mezza circa avendo cura di girare spesso l’arrosto.

2 commenti:

Vittoria ha detto...

Ne mangerei una fetta anche a quest'ora.

papavero di campo ha detto...

Ciao Vittoria, benvenuta!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.