martedì 21 ottobre 2008

Brunello di Montalcino. Serata degustativa all’Enotria



Bando a ciance di polemica il Brunello questa sera è stato degustato in santa pace, en passant qualche piccolo accenno a disciplinari che vorrebbero alterare la composizione di tale monumento.

L’inizio è stato con un Rosso di Montalcino 2006, che sia ben chiaro, pur provenendo dalle identiche uva, è un altro vino rispetto al Brunello, sembra lapalissiano ma è sembrato doveroso rimarcarlo.

In accompagnamento è stato offerto uno sformatino di patate e di guanciale senese.

Le patate non erano genericamente patate bensì patate di Cetica. La fonduta di formaggi di alpeggio che faceva da lettino è stata arricchita dalla presenza puntiforme dei semi di papavero, la qual cosa non poteva non destare un moto di riconoscenza in papavero della serie le papille ringraziano..

Secondo vino è stato Brunello di Montalcino Campogiovanni 2003, ad innaffiare dei paccheri -freschi-di Gragnano con sugo di cinghiale maremmano, la cui nota distintiva è stata di essere un sugo importante ma assolutamente non pesante il che rappresenta una bella scommessa vinta.

Terzo vino, Brunello di Montalcino Riserva Poggio all’Oro, 1999.
Grande!
Con prosciutto infornato, di grigio del Casentino, una pietanza d’una tale bontà fragrante da sollevare un coro di applausi alla cuochessa Atomica!

A finire, un Moscadello di Montalcino, vitigno di vecchissima tradizione, di produzione Pascena, vendemmia tradiva 1999, un godurioso nettare biondo, in accompagnamento ad una crema di marroni con panna senza zucchero e sommità di marron- incioccolatato! Notevole!!


(la fotografa poco in vena, succedono foto sfocate, una mano frettolosa e pure omissioni, l’easy non sempre è easy!)

Qui il commento sulla serata by Maurizio il patron di Enotria.

4 commenti:

Artemisia Comina ha detto...

secondo me la fotografa s'era fatta un bicchierozzo.

papavero di campo ha detto...

venne tentata la terapia del vino per risollevarsi da prostrazione acuta :) funzionò di buon grado!

Maurizio di Enotria ha detto...

Beh, dopo tutto questo gustare vini ultimamente, è ovvio che ne risenta anche la digitale !!

Grazie e grazie a tutti per non aver questa sera sollevato i discorsi, che purtroppo, annuvolano il Brunello.

papavero di campo ha detto...

onore al coppiere qui ben approdato!
maurizio prosit sempre e comunque!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.