martedì 28 ottobre 2008

Ragù eretico




molte fresche cimette di basilico ,
due peperoncini freschi, uno allungato meno piccante e l’altro piccolino tondo piccante,
due peperoni verdi freschi,
5-6 spicchi d’aglio.
alcuni cetriolini sottaceto,
una manciata di olive nere baresane,
infine un cucchiaino bello colmo di ras el hanout (ci sta d’un bene!)





gli ingredienti per il canonico battuto, sedano carota scalogno (al posto della cipolla) e in
più una una mela annurca.




funghi porcini secchi, fatti rinvenire in acqua calda per almeno mezz’ora,




ecco il battuto ottenuto, questa volta contrariamente ai miei principi che scelgono la manualità della mezzaluna, ho voluto guadagnare tempo ricorrendo al vecchio mixer della Braun,




pomodori pelati scelti, di produzione " Il pereto" da agricoltura biologica, idem la passata di pomodoro



Ho voluto usare questa volta un tegame a sponda medio-alta, un’altra piccola eresia, e non la canonica casseruola dai bordi alti contenitivi, pensando al discorso di far evaporare più velocemente gli umidi, tecnica però poco raccomandabile per il fatto degli schizzi a raggera dappertutto nella zona cottura , difatti pur con il coperchio, nei momenti, doverosi e frequenti, di girare per amalgamare, mi sono beccata una serie dii schizzi bollenti sulle mani! Questo immenso tegame che ho usato è in ghisa , di provenienza danese, la cottura viene assicurata uniforme ed il sapore del ragù è stato reso egregio! La quantità di carne macinata (bovino adulto chianino) è stata di un chilo e trecento grammi. La cottura è stata prolungata, a fuoco medio-basso, per circa un paio d’ore.


L’eresia, a proposito, è dinamica, è vitale,
l’efficacia di andare contro le ortodossie,
contro il parere preponderante,
l’utilità, spesso, di divergere
e di contrastare, talvolta, il comunemente accettato.

In cucina l’eresia è benvenuta è tollerata accettata è osannata!

il mio ragù eretico s'è voluto arricchire di tanti ingredienti in più.. l'esito è stato eccellente!

13 commenti:

dede ha detto...

io farò a meno dei cetriolini, per il resto tutto OK, compresa la pentola danese

papavero di campo ha detto...

grazie dede della tua approvazione, cetriolini a parte!

Lory ha detto...

Io direi che è una meraviglia e come Dede niente cetriolini ;-))

papavero di campo ha detto...

spiegatemi l'avversione ai cetriolini!

lory grazie che sei passata!

Artemisia Comina ha detto...

l'eresia in cucina è ESSENZIALE.

anch'io sono per scetriolinarlo; penso all'acidità che non vorrei...tu che assaggiasti?

amalteo ha detto...

accidenti : che voglia di cucchiaiata!

a.o. ha detto...

Questo ragù eretico me lo prendo così com'è, cetriolini compresi: sdottrinare! sdottrinare!

papavero di campo ha detto...

alla fronda anticetriolo direi che l'acidità del cetriolino evapora in quel mare di ragù e quella nota acidula che comunque deposita va nel generoso mix di sapori a lieve contrasto con altre dolcezze..
vi confesso che i piccoli frammenti di cetriolini erano in bocca ormai esautorati del loro iniziale bagno d'aceto, sto pensando anche all'uso di un cucchiaio d'aceto bianco unitamente a zucchero nell'amatriciana dove il pomodoro-dolce- c'è eccome..insomma un esperimento che appaga il ghiribizzo di sperimentare e che a mio avviso non è risultato compromettente!

papavero di campo ha detto...

aiuola grazie della solidarieta:)


amalteo sei invitato! una sola cucchiaiata!

marguerited ha detto...

Mi associo per tutto quello che riguarda l'eresia.........
però anch'io non ci vedo molto i cetriolini, sarà perchè non mi piacciono.
Buona Giornata
Marg

papavero di campo ha detto...

ma che mi frullava in testa di metterci i cetriolini!!

ciao marg a presto!

Maurizio di Enotria ha detto...

Laura, ma nel Ras el Hanout non c'era il coleottero vero ??

papavero di campo ha detto...

no! perché l'hanno vietato! se no chissà che effetti psichedelici!!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.