mercoledì 7 gennaio 2009

Tartelletta alle pere con strascico di rime







succede che mi sconfinfera di destinare un po' d'impasto del dolce alle pere




a riempire una formina da tartelletta, e senza colpo ferire ottenere delle simpatiche presentabilissime tartellette docilmente pronte ad accogliere chicchi di uvetta sultanina e 'n coppa una sculturina vegetale a nome noce!


Nb:
in questa occasione accortami con disappunto di aver terminato il vermouth, che per come la intendo, deve assolutamente esserci!, ho ripiegato sul maraschino per imbibire le fette di pere, ma non di ripiego alla fine bensì di felice variante s'è trattato e siccome una variante tira l'altra ho aggiunto alla macerazione della frutta anche due manciate di uvetta sultanina e di gherigli di noce a pezzi. Niente male! Il profumo della marasca si sente ed è gradito!



dalla versatile Romy una lode in rima - in ottonario ( verso di otto sillabe metriche , molto usato nelle canzoni a ballo quattrocentesche e nella canzonetta del Sei-Settecento) che divertita e compiaciuta rendo visibile:


Tartelletta tartelletta
sei tra i dolci la diletta
sei di pere con la noce
ti lodiam tutti a gran voce
ti dobbiam di genio al lampo
di Papavero di campo!
E perciò gridiamo in coro
Cara Laura... sei un tesoro!


(buon sangue toscano non mente, grazie cara!)



Artemisia si lascia sedurre aggiungendo con accento marinista:


O seducente pera,
vieni meco.
Molci la mente, il cuore,
ogni frattaglia cattura.
Naso chinati.
Perditi,
maraschinati,
disfati su codesta tartelletta.
Lingua, lappa felice,
immemore dei travagli del mondo
che insiste intorno
a questo piccolo universo zuccherato.


E papavero haikuizza che:


la tartelletta
come la donzelletta
tutta una moina!

11 commenti:

Mary ha detto...

buonissimo e tanto invitante , brava!

fedeccino ha detto...

Ciao Papavero, maremma della tartelletta, mi tenti con i mono porzione che sono la mia passione !
... che ne pensi della Williamine, magari un po' diluita ? No, forse cercavi una nota alcolica contrastante :)
A presto, un abbraccio !

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Dura girar per blog quando ci si è messi a regime, mannaggia! Sbranerei all'istante una tartellette.
Pur essendo mezza abruzzese non conoscevo i calcionetti. Devo chiedere ai parenti se si fanno anche dalle nostre parti.

Ciao
Alex

nina ha detto...

mmmmmm che buona, che voglia a fine pranzetto leggero, e un caminetto ancora acceso.

Romy ha detto...

Tartelletta tartelletta / sei tra i dolci la diletta/sei di pere con la noce/ ti lodiam tutti a gran voce/ ti dobbiam di genio al lampo / di Papavero di campo!/ E perciò gridiamo in coro / Cara Laura... sei un tesoro! ;-D

papavero di campo ha detto...

mary, invitata!

fede ehssì le monoporzioni bella invenzione,
williamine c'est-à dire grappa?
maraschino c'est plus gentile!

alex mezzosangue abruzzese! ho italianizzato un termine dialettale che recita li kagginett!

pare che le famiglie più povere invece delle mandorle nel ripieno mettessero una passata di ceci, chissà magari noi da un'altra dimensione ci mettiamo a fare filologia a ricostruire e sperimentare, tu che sei ricca d'inventiva che ne dici? penso ad un hummus di ceci piuttosto denso cui aggiungere canditi cannella e pure del cocco grattugiato..

romy, così è conclamata la tua nobilitate toscana:) stornellatori rimatori poeti a iosa , è nel sangue viene spontaneo!
un bacio per la bellissima rima futurista lampo/ campo!
grazie mia cara! rendo visibile nel post stesso perché mi piace assai

Artemisia Comina ha detto...

ah la pera, la pera, come seduce sempre.

allora sa quant'è? due punti:


O seducente pera,
vieni meco.
Molci la mente, il cuore,
ogni frattaglia cattura.
Naso chinati.
Perditi, maraschinati,
disfati su codesta tartelletta.
Lingua, lappa felice,
immemore dei travagli del mondo
che insiste intorno a questo piccolo universo zuccherato.


;)

a.o. ha detto...

La tartelletta ispira sempre: rime a destra e a manca, meritate... meritatissime.

Mi pace dolce, mi piace salata, la tartelletta è quel che è!

ciao tartapapavero.
a.o.

papavero di campo ha detto...

artemisia,

pera fragrante
sapor dolce poroso
a sè ci porta


aiuola,

la tartelletta
sia dolce sia salata
profumo emana!

manu e silvia ha detto...

ma questa tartelletta è così invitante..ma devi per forza dirci come ne hai fatto il ripieno!!
bacioni

Romy ha detto...

Ragazze...mi sono troppo divertita! Sono contenta, Laura, che le mie rime ti siano piaciute! E che dire delle vostre? Che forza! Un bacione a tutte ! :-)

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.