lunedì 23 febbraio 2009

Giardino a Febbraio. Prime fioriture









3 commenti:

nina ha detto...

viva le gemme e i pensieri che nascono e si evolvono come tanti petali lievi e forti.

ciao papavero mio

Anonimo ha detto...

Papavero, ma dove abiti? Qui a Milano dove lavoro è scesa all'improvviso la nebbia, non si vede neanche più la guglia della madonnina.....Non ne posso più di questo lungo inverno. Bernadette

papavero di campo ha detto...

nina la primavera col il suo potente risveglio è sempre critica per me, foriera di allergia,
di un rimescolamento che mal s'accorda con le mie pigrizie, di un accecamento di luce che mi fa invocare l'ombra, di un vigore che non riesco a permettermi..ecco i motivi delle mie resistenze anche se a dirla tutta è la stagione in cui gli amati papaveri sfidano il tempo ed affacciano i loro volubili capini e danno inizio alla danza delle trasformazioni e questo spettacolo è per me fonte di gioia e di ammaestramento, eccomi divincolata tra due pulsioni ...alla fine mi affido all'inesorabilità della stagione al potere!


bernadette ciao! queste immagini sono del giardino di casa a Roma, io vivo a firenze,
roma è porto franco, città aperta, stratificata culla di culture e come ben si sa chi più ha più ha pure il clima è quesi sempre splendente,
non mandarmi a quel paese se ti dico che la nebbia la poetica nebbia mi piace e mi trarrebbe a sé trasognante e misteriosa (invoco la legge degli opposti!)e che l'inverno mi piace un sacco! sogno un inverno vero non la scimmiottatura di questo qui in florencia!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.