lunedì 30 marzo 2009

In quel di Roma, i primi papaveri, lungo strada en passant. Haiku "rosse sinapsi"











ieri a Roma nel tardo pomeriggio li ho visti!

di sfuggita in macchina nelle bordure lungo strada,

nemmeno il tempo di trasalire...

ma una flebile emissione di voce un sussurro "sono nati!"

in corsa occhi di corsa a ribearmi delle vostre mutevoli bellissime sagome...pensando siete psichici!

psichicamente rossi!

mai stabili, mai uguali eppure inconfondibilmente papaveri

e solo questo riuscire a pensare:


rosse sinapsi
sono inconfondibili
i papaveri


(haiku del 29 marzo 2009)


(le foto non odierne ma di un passato marzo, nel 2007)

10 commenti:

Caty ha detto...

davvero non sono mai uguali , peeure sempre papaveri , come emozioni che passano nello sguardo e mutano l'animo

nina ha detto...

arrivati quasi volando da questo cielo, solo per ascoltar il tuo dolce sussurro sono nati.

un bacio, buona settimana di "vero" inizio.

nina

Romy ha detto...

Gli occhi si beano della vista di sconfinati campi di papaveri: ma anche dell'unico che rosseggia sul ciglio della strada, delicato e fiero...Bellissime foto, splendido haiku...Buon inizio settimana, cara Laura! :-)

papavero di campo ha detto...

caty,dolcemente papaveri ed emozioni assieme, grazie!


ninetta, gentile pensiero ai papaveri e a papavero, grazie!settimana buona e ariosa anche per te!

romy,grazie! intensamente parli dei papaveri, delicatezza e fierezza: moi-haijin-papavero m'inchino a te!

Effeti ha detto...

Come fiamelle fra l'erba catturano l'attenzione,,sfiorati dal vento ci sussurrano emozioni ...

a.o. ha detto...

Bentornati, papaveri.

papavero di campo ha detto...

fulvia,
aiuola,
care amiche emozionate dai papaveri,
grazie!

Paolo Ferrario ha detto...

papavera alla ennesima potenza!

dede ha detto...

bellissimi questi papaveri

papavero di campo ha detto...

papaveri irresistibilmente

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.