sabato 4 aprile 2009

La mia calla ha scolpito due calle, miracolosamente programmate alla fioritura












due giorni dopo baciate dal sole mattutino












la calla ovvero l'estetica,

ovvero il sublime,

ovvero il virginale,

ovvero il sontuoso,

ovvero l'ambivalenza

ovvero la declinazione

spontanea poliedrica architettura vegetale

la calla drappeggio

la calla ballerina

la calla truciolo avvitato

la calla flute

la calla chiocciola

la calla voragine

la calla scivolo

la calla scultura

la calla seta

la calla voile

la calla cornucopia

la calla tromba

la calla grotta

la calla davanzale

la calla ricciolo

la calla manicotto

la calla scialle

la calla vaso

la calla vessillo

la calla imbuto

la calla a suo agio tra le mani della santa o della femme fatale,

alla calla, Santa Maria Goretti o Tamara De Lempicka danno identica vibrazione,

perchè la calla è una configurazione estetica sotto spoglie di fiore


7 commenti:

Francesca ha detto...

"la calla a suo agio tra le mani della santa o della femme fatale",

è vero, l'ho sempre pensato, la calla è un proprio un fiore "per le mani".

un bacio, Ninangiolé

Artemisia Comina ha detto...

qui la casa rigurgita di calle, recise e ora anche in vaso.

calle e orchidee bianche.

circonvoluzioni e ali spiegate.

papavero di campo ha detto...

discorso aperto!

Romy ha detto...

Come si fa a commentare un post come questo? Hai detto tutto, amica cara...Mi hai colpito, divertito, hai scatenato la fantasia, hai aperto l'album dei ricordi...Grazie, Laura! :-)

cat ha detto...

eppure, la perfezione e il nitore delle calle mi lascia un po' così: lo adoro nelle conchiglie, nelle pietre, ma nei fiori cerco leggerezza (ma è solo gusto personale!), buona domenica, cat

a.o. ha detto...

la calla nautilus vegetale

a.o.

papavero di campo ha detto...

romy,
un filo evocativo,
ho solo lanciato il la
sul-la cal-la:))


cat,
capisco ciò che dici,
d'accordo la calla è un po' pretenziosa, ideologica col suo essere vessillo ugualmente di sante o di viveuse..
ma converrai che è una superba architettura vegetale!
mi piace e m'intriga per la sua vocazione alla raffinatezza estetica,

ma il mio fiore d'elezione è il papavero
ed il papavero è tutt'altra storia..versatilità e mutevolezza, semplicità e fierezza, ardimento e umiltà, sfida e accettazione, bellezza allo stato puro, naturalità e vaghezza, emozione, forza e fragilità ......e leggerezza!

aiuola,
m'incanta la tua definizione nautilus vegetale,

così come circonvoluzioni e ali spiegate come ha detto Artemisia,

discorso aperto: che bello!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.