domenica 24 maggio 2009

"La sua casa aveva le pareti tonde, e la sua notte aveva sempre la luce accesa". Giordano abitava in un faro.



































Il faro.
Non mi metto a snocciolare i mille particolari personalissimi sensi e le duemila metafore del faro per l’animuccia mia né vorrei saperne di spiattellati.
Mi piace invece un implicito saperne comune.

Anche di questo libro sono grata a Costanza!

Beh cara divulgatrice di libri ora che t’ho scoperta verrò a bazzicare volente la tua biblioteca ed a bracare spesso sugli scaffali!

Costanza se non fosse ancora chiaro maneggia libri per bambini siano infanti o ragazzini o giovani adulti o giovani adulti cresciutelli.

Che mondo vasto quello della letteratura per l’infanzia!

Ne parlavo in libreria con la libraia dello specifico settore, la quale mi confermava l’ impressione che ce ne siano a caterva di libri per bambini ma che non siano così letti dai bambini, che poi vuol materialmente dire che non vengono acquistati dai loro genitori.

Che peccato!

Ce ne sono a bizzeffe, a montagne, a sacchi, a sporte.

Gli scaffali delle librerie rigurgitano di titoli disegni e colori su carte patinate.

La letteratura per l’infanzia un gigantesco barcone zeppo di idee che dà da vivere a moltissimi adulti del mondo adulto, fortunati adulti perché è un lavoro splendido, macché lavoro! direi di un piacere un divertimento un pregio un privilegio anche nell’impegno che comporta.

Due fortunate persone di questo fortunato mondo hanno imbastito questa storia.

Janna Carioli ha chiamato a raccolta prima i pensieri per tradurli dipoi in parole, come un cuoco che dalle materie prime ricava buoni manicaretti.

Marina Marcolin ha cucinato le immagini, dando forma e orizzonte alle parole del racconto.


Giordano del faro.

Un bimbo sognante dal naso a scivolo.

Gioca col mare con la voce del mare e con i suoi doni, stelle marine, legni storti e bucati con sembianze di animali.

Non teme la nebbia perché lui che vive nel faro lì sta al sicuro.

Gioca da solo.

Mette messaggi in bottiglia e li affida alle onde.

“chi c’è di là dal mare?”

Giordano gioca coi sassi striati d righe,

Di là dal mare ci sono io Paloma.

Paloma colombella dell’anima mia io sono Giordano.

Poi, Giordano aspettò.

Anni mesi giorni ore.

Pensava.

Imparava.

Immaginava.

Sognava.

Aspettava.

Infine un’altra parola, una sola. “Arrivo”

E Palomita c’era col suo bigliettino di risposta

“ti aspetto qui”.


Titolo: Giordano del faro
Autrice: Janna Carioli
Illustratrice: Marina Marcolin
casa editrice: Edizioni Lapis
collana: I lapislazzuli
prezzo: € 14,00
età: dai 5 anni
argomento: amicizia, incontro




avete letto fin qui?

date un'occhiata allora a questo faro dell'anima mia
e please anche a quest'altro faro anch'esso emanatore di luce sul mare di Levante

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara Papaverodicampo,
sono Janna Carioli. Vedere il gioco bello e allegro che hai fatto con Giordano del faro mi ha riempito di gioia.
E' il modo giusto per leggere un libro, giocare con le sue pagine, trasformare a tre dimensioni il pensiero, la parola scritta, l'illustrazione... Sono commossa. Che dirti più che grazie? Grazie due volte! Janna

papavero di campo ha detto...

non credoo ai miei occhi! janna è incredibile la tua materializzazione, mai avrei immaginato una tale sincronia! benapprodata!
davvero c'è sempre qualcuno di là dal mare! ed il silenzio, quello dei nostri pensieri è sempre popolato ed animato di voci e di flussi di pensiero,
le parole del tuo racconto hanno ri-animato pensieri e sentimenti, grazie! e grazie della tua commozione ora, perché di commuoverci abbiamo bisogno, vicendevolmente e con il cuore grato all'esistenza dell'altro!
Winnicott che amo particolarmente ha detto " la cosa più bella che possa capitarci è quella di essere scovati e di essere usati" chiaramente è una frase estrapolata da un contesto, lui sta parlando della relazione analitica ma io credo perfetto il succo di quell'intuizione anche per la nostra stessa vita di relazione.
janna che dirti se non che mi hai resa felice!
grazie e se vuoi fatti viva ancora!

Francesca ha detto...

concordo col "succo" dell'intuizione di Winnicott.
il libro mi sembra davvero molto bello, e la frase che hai scelto per intitolare il post, è già da sé una toccante sinfonia.
E di libri per l'infanzia è vero ce ne son tanti, ci sto lavorano su io stessa.. ce li leggiamo noi, per poi raccontarli.

ciao, un bacio

(e il mio di fronte al tuo altissimo che gratta il cielo, è questo, su Ancona. Disegnato, ma reale. http://sinfonina.blogspot.com/search?q=giuro )
f.

papavero di campo ha detto...

mi dicevo ecco che fra un po' nina vede questa luce, lei con i fari ha un discorso aperto, engagé si potrebbe dire,

i libri per l'infanzia adesso lo sappiamo meglio sono per tutti!

bacio!

eliana ha detto...

la sua notte aveva sempre la luce accesa..forse era speranza...non smentita...
la mia libreria dovrà aggiungere qualche scaffale, ogni giorno nuovi doni scritti e disegnati su carta rapiscono il mio cuore..
ti abbraccio papavero ma dolcemente, non voglio rovinare i tuoi delicati petali...

papavero di campo ha detto...

eliana grazie della delicatezza dei tuoi propositi e dei tuoi abbracci!

Romy ha detto...

Psss....posso giocare anche io con voi? :-)

Artemisia Comina ha detto...

irrestibili le storie per Bambini.

Carla ha detto...

Ciao carissima :-)
Oggi ti ho fatto un piccolo dono, piccolo ma intenso con il pensiero! ...se vieni da me vedrai...

Sei ovunque vada con la macchina, le mie periferie sono una montagna di papaveri e ora che ti conosco (virtualmene)l'assocciazione è istantanea ;)

I libri per bambini mi affascino molto, quanto avrei voluto essere piccola oggigiorno perchè ci sno una miriade di splendidi libri,illustrazioni, grafiche e pop-up...io nè compro tanti anche per i miei figli e poi se loro non li leggono ci penso io ;)

Grazie per averci fatto conoscere il blog di costanza e il faro di questo libro come l'altro di Punta Penna, quello di nina...lo conoscevo...

Baci e buon fine settimana
Carla

papavero di campo ha detto...

carissime
romy
artemisia
carla
eccomi a rispondervi dopo un periodo di blogassenza,

romy giocare sempre e comunque!

artemisia, tu ne sai qualcosa delle robe irresistibili:)

carla, sono subito passta ada te a vedere il dono! grazie dei papaverosi sensi!
il blog di costanza è un piacere divulgarlo! quanto a te mamma amorosa che ti nutri di libri per bambini possiedi già il segreto di accrescere amorevolezza (i tuoi figli sono fortunati ad averti!)

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.