sabato 6 giugno 2009

Isola del Giglio. Papaveri gigliesi. Haiku "oh papaveri"















































oh papaveri!
a fotografarvi aspiro
uno per uno!




(haiku del 28 maggio 2009)

5 commenti:

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Che tripudio di colori. È così bello saperti tra i tuoi amati papaveri e uno vorrebbe che fiorissero tutto l'anno. Come penso a Nina quando vedo un iris o un fiore viola in generale, in questo periodo ti penso spesso con tutti i papaveri che vedo in giro.
Che bello.
Buona doenica
Alex

papavero di campo ha detto...

alex lo sai che sei molto cara?
che mi pensiate alla vista dei papaveri è per me molto bello, un onore e ci leggo anche segni di affettuosità, di simpatia, come dire? il tratto della benevolenza assieme alla cifra poetica è davvero tanto e ve ne sono grata!
come dico nell'haiku avrei voluto fotografarli tutti, i miei amati! ma a parte il fatto che in tre giorni avevo già esaurito una scheda di memoria d'una macchina, il limite cmq deve intervenire...è che mi chiamano m'invitano qualcuno insiste "anche me anche me perchè non mi dai la tua attenzione?!"
il problema della ridondanza me lo pongo ma lo risolvo in favore della stessa! le foto sono tante sono belle mi va di metterle.. ormai lo stile di papavero s'è visto:)) e mi piace tanto quando giunge un commento d'apprezzamento, quando ne avverto la sincerità, o l'entusiasmo, ecco fa piacere, è quel buono quando ci sisente riconosciuti,

buona domenica anche a te, qui pioviggina ma non mi dispace, anzi la pioggia cone Nina ben sa, allestsce intimità e quasi sempre s'intona ad un mio stato d'animo malinconico-intimista-piacevole,

un abbraccio!

Francesca ha detto...

che bello leggermi nelle vostre intime parole, sembra una chiacchierata a tre , mentre fuori piove.., e mentre una ascolta e sorride guardando le altre due, care.
Un bacio
p.s. secondo me, papaverina, quando cammini tu , ovunque cammini, nascono papaveri ai tuoi piedi.

papavero di campo ha detto...

francesca sì una chiacchierata a tre, con qualche scoppio di risa, barlumi di silenzio pensoso, urgenza di parole e un feeling comune, una fragranza dentro una teierona, che bello! ma è gia avvenuto nel nostro evocarlo!

papaveri sotto i piedi, sai com'è! quando ami il desiderio crea..i papaveri si materializzano!
buone ore pomeridiane a te e ad Alexandra,
baci!

Paolo del 1948 ha detto...

cara papavero, lascio qui una poesia di un poeta comassco, mia amico:

un papavero
ai bordi della strada
fece
impazzire
i fili d'erba di gioia!

Mauro Fogliaresi
in Il cerchio di un addio

ciao e buoni giorni
paolo

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.