lunedì 6 luglio 2009

Portogallo. Sagres in Algarve. Il faro del capo di San Vicente. Foto-memoria




























Sagres nella splendida regione dell'Algarve è nel punto più a sud del Portogallo e dell'Europa, a Cabo de Sào Vicente che nel XV secolo era considerato il punto più estremo del mondo, la fine della terra,

Il faro di Punta Penna in terra d'Abruzzo, ha risollevato la memoria del faro di capo San Vicente a Sagres, spingendomi a ricercare vecchie foto e a ritrovarmi com'ero.

Le foto, tutte dai colori molto saturi, non hanno una gran qualità per quell'effetto di sottoesposizione essendo derivate dalle diapositive che in quegli anni era quella la voga imperante, qualcuno capirà l'accenno, rivivendo magari quel particolare sentimento legato alla vicenda dei proiettori e delle proiezioni sul muro con quei tempi lunghi di attese scalpitanti che rendevano la visione del reportage di viaggio molto investita di palpitazione!

14 commenti:

Francesca ha detto...

a me piacciono questi colori saturi, lo facevo di proposito anni fa, e tu sei bellissima, e poi alla visione di diapositive assistevo anche io da piccina, ed era magica la distesa del telo bianco.
poi mi addormentavo vabè,
ma questa è un'altra storia, ora son rapita dal faro portoghese e papavero che mangia bacche.
nina

papavero di campo ha detto...

ninetta mi par di vederti curiosa e poi all'improvviso stancamorta,
che bello che sai sentire le cose e i sentimenti delle cose!
quando c'è il faro accorri subito e mi fai felice!

Artemisia Comina ha detto...

Ma guarda la papavera, era già tal quale, una magnifica faccia da schiaffi intenta a fare il gabbiano o l'erba marina, e a giocare con l'obiettivo tal quale tal quale!

i fari, sì, sono imperdibili, e soprattutto, mi ci vorrei schiaffare dentro.

conosci quello monumentale, fatto per re, in francia? se lo trovo, te lo faccio vedere...

brii ha detto...

ci sono stata e ci ho lasciato il cuore.
grazie per queste foto..sono davvero spettacolari!
bacius

Artemisia Comina ha detto...

mi sa che l'ho trovato, dovrebbe essere questo (ne conservavo memoria, ho inseguito tracce): le phare de Cordouan.

antonietta ha detto...

beata gioventù!

Romy ha detto...

Bella Papavero, intensa come sempre....i fari sono entità magiche, dèmoni maschili ( la forma...) e giocosi ( i colori )....Giganti che sfidano, loro malgrado ,venti e tempeste....Luce che illumina la retta via ,nella tenebra e nella bufera....Li amo di un amore tenero e reverenziale...Questo, Papavero, è il mare che piace a me: non quella distesa di assurda di carne che , sorda a quello che ha intorno, frigge sotto un sole impietoso...Baci :-)

papavero di campo ha detto...

artemisia e due! devo ancora capire perché le mie foto memoria hanno, per te la faccia da schiaffi:) io direi faccia da baci:) ma è un punto di vista interessato:))
quanto a giocare con l'obiettivo ehsììì puro divertimento, anche se il suo eccesso lo potrei spiegare per una forma riparativa: quando ero piccola molto piccola alal vista del fotografo (che girava per la spiaggia) mi mettevo ad urlare in vivace escandescenza perché il precedente di dover stare un secondo ferma era una frustrazione intollerabile!! capito il tipo!!

merci bien de la signalation di phare du roi!!
tu es extraordinaire pour les recherches!

papavero di campo ha detto...

brii ben approdata!piacere di averti risvegliato bei ricordi,
a risentirci!

sabrine d'aubergine ha detto...

Il tuo sito ha foto che emozionano... sei brava! Ciao e a presto

papavero di campo ha detto...

romy, la tua nota risuona della dolcezza e intensità dei tuoi pensieri, tenero e riverenziale è il tuo omaggio al faro come nei confronti di un maschile da accettare e rispettare ma dal quale necesse anche una fisiologica separatezza,
quel mare lì che poi è un oceano è davvera la causa della saudade, sperdimento nostalgia rimpianto tutto riunito in un senso di ontologica mancanza che oltre a Pessoa deve aver ispirato anche il patriarca Lacan!!
ah un ricordo di acqua gelida è l'Atlantico dell'Algarve,
un bacio a te in feedback!

papavero di campo ha detto...

ciao sabrine d'aubergine dagli occhi ridenti, benapprodata!
grazie della tua gentile sosta,
a presto!

Artemisia Comina ha detto...

ma è la stessa cosa :DDDD

papavero di campo ha detto...

ah volevo ben dire:))

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.