mercoledì 7 luglio 2010

Baccalà alle erbe e semi di sesamo su letto di patate, cottura al forno




non è un bellissimo piatto?

e sul gusto, se vi fidate dei miei criteri di valutazione, state pur certi che c'est très bon mais très bon vraiment bon!!













in una teglia da forno rettangolare d'alluminio: regolandosi ad occhio versare alcuni cucchiai da tavola di Mirin giapponese (liquore a base di riso) alcuni cucchiai di aceto di riso giapponese, un unico cucchiaino di salsa di soia (kikkoman,Giappone del sud)quale insaporitore, certamente dell'olio nella quantità voluta e miscelare il tutto,

fare uno strato di patate gialle tagliate non troppo alte (male non sarebbe sottoporle ad una preventiva lessatura di qualche minuto, ma io non l'ho fatto ed ho dovuto attendere di più per la loro cottura a puntino),

spargere un trito di erbe aromatiche:ho messo dragoncello a prevalere, ramerino, salvia, maggiorana,

un trito di aglio fresco senza mezze misure,

in abbondanza del sesamo,

quindi adagiare il filetti del baccalà (procurarsi è ovvio un signor baccalà di quelli che si sfogliano come una margherita),

e sulla sommità finale ancora il trito di erbe e d'aglio,

in forno al max per il tempo suo!

ho accompagnato con una fresca e varia insalatina di cruditès, pomodorini, cuore di sedano ed avocado ben irrorati di buon olio.


9 commenti:

Anonimo ha detto...

papavero cos'e' per te l'amicizia?Ciao un abbraccio da carmen

papavero di campo ha detto...

condividere con qualcuno un'emozione sapendo di poterlo fare

Anonimo ha detto...

il "mistero" sta' tutto in queste parole "sapendo di poterlo fare"!!!Papavero potresti indicarmi un libro che mi aiuti a trovare forza ?Ciao!Carmen

papavero di campo ha detto...

carmen forse tu non hai una e-mail,( caso mai ti ripeto la mia:
papaverodicampo@alice.it) ma quello che vorrei dirti anche se qui è improprio, è che non sarà un libro ad aiutarti oh certo può accadere di restare illuminati ma non sarà sufficiente certo tutto può essere ma la mia sensazione è che l'aiuto di cui tu senti coscientemente bisogno e di cui fai consapevole richiesta debba passare per una relazione umana di due persone una delle quali abbia la capacità e l'etica di essere in grado di aiutare l'altra, sto parlando se non fosse chiaro dell'eventualità auspicabile di una relazione terapeutica e se vuoi sapere come la penso su questo ecco io credo fermamente ed idealmente che sia sia uno dei lussi maggiori che ci si possa riservare, sembra starno dire lusso riferito ad un bisogno ma uso il termine per intendere che devi puntare alto per quello che riguarda la sostanza della tua vita, vivere l'esperienza di un'alleanza partecipe e neutra aiuta tantissimo davvero e può sblocacre tante di quelle cose nel s enso sia della comprensione che di un'ipotetica trasformazione. Ma si tratta di una competenza ben specifica che non puù essere richiesta a un amico, a un parente , perché non funzionerebbe affatto..non posso proseguire il discorso è delicato e complesso, e non so se ti sono stata d'aiuto!

dede ha detto...

Dopo la lunga e dotta disquisizione che ammiro ma nel cui merito non metto il becco, riporto il discorso in tema baccalà per esternare il mio sincero: GNAMMMM!

Anonimo ha detto...

hai ragione sicuramente ma temo fortemente che uno psicoterapeuta possa aiutarmi a non aver paura di perdere mio figlio e' una paura folle che pero' non supera quasi mai la volonta' assoluta di aiutarlo a farcela.Grazie per avermi dato il tuo indirizzo e-mail io ho quello di mia figlia ti scrivero'comunque da vera siciliana ti dico che raccogliero' le briciole per fare una montagna.Un abbraccio

papavero di campo ha detto...

dede portoghesi e abruzzesi stessa passione al baccalà!

carmen, nessuno potrà far scomparire una paura tanto minacciosa ma uno/una psicoterapeuta può aiutare te e sostenere te nel bonificare un dolore mentale che se insostenibile può far precipitare anche le forze fisiche che invece nei frangenti sono necessarie (ovviamente uno/una capace ed etico, non un mestierante e non un peracottaro che ahimé imperversano)
ah carmen raccogliere le briciole per farne una montagna, indomita forza d'una madre coraggio, forza allora ma aiuta te ne prego anche te stessa,
scrivimi ma non t'allarmare per una mancata risposta che vado un po' via cmq quando scrivo sul blog in continuativo significa che ci sono,
un grande abbraccio

Anonimo ha detto...

non mi ero sbagliata su di te avevo percepito immediatamente la tua bella anima !La sofferenza quando e' profonda ti porta anche la capacita' di riconoscere un tesoro e capirne il valore!Grazie davvero a presto un abbraccio mediterraneo da carmen

papavero di campo ha detto...

ti/ vi auguro una buona notte ricolma di speranza e di sogni buoni, a presto cara amica mediterranea

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.