martedì 5 febbraio 2008

Casseruola a due maniglie nella versione alta e nella versione bassa



Casseruola a due maniglie
serie La cintura di Orione
Officina Alessi
Design Richard Sapper
consulenza Gualtiero Marchesi


è un recipiente di forma cilindrica con raggio di raccordo sul fondo, munito di due maniglie e di un coperchio, caratterizzato dall'avere un'altezza pari a circa la metà del diametro.

ha origine abbastanza recente e si deve considerare un portato dell'età dei lumi: la sua forma tipica va fatta risalire al periodo illuministico del quale dichiara con evidenza l'approccio analitico, razionalista e sistematico. realizzata allora in rame stagnato, a partire dalla metà del secolo scorso cominciarono a diffondersi le produzioni in ferro smaltato poi in alluminio e infine in acciaio inossidabile.

Viene impiegata nelle cotture secondo le tecniche della brasatura e in particolare della stufatura (salmì di selvaggina, stufati di carni rosse, coniglio alla cacciatora, fricassee di pollo, goulash all'ungherese, spezzatini di carne bianca, ratatouille).
Tipica cottura in casseruola coperta è l'arrosto della domenica e la sontuosa cottura dei risotti.

3 commenti:

dede ha detto...

ma quante belle cose si imparano, grazie!
una curiosità: quanto mai sarà grande la cucina di papavero?

papavero di campo ha detto...

lo spazio, tu mi puoi capire, mi piace e non mi basta mai!

la belle auberge ha detto...

cara papavero, con questo tuo post hai contribuito a rendermi felice proprietaria di una casseruola, in rame e acciaio, come la tua.
Ho un amore particolare per le pentole in rame ma, come ben saprai, c'è sempre quella rogna di portarle a ristagnare dopo un tot di tempo. Con questa serie,invece, fine dei problemi. Davvero molto belle e pratiche.
un caro saluto
eu

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.