mercoledì 13 agosto 2008

Il brodetto al ristorante. Da "Pasquale e Mirka" a Vasto


Un bel posto, un bel ristorante, cenato all'aperto, luci soffusissime, che un po' mi disturba e non solo per via delle foto -visto che mi sono messa in testa di non usare il flash, ma pure per la limitata vista di quel che s'alloca nei piatti!

Antipastini caldi, che ho mancato d'immortalare, di cui un sublime tortino di baccalà mantecato misto a purea di patate in salsa emulsionata con zafferano: che bella idea! e per giunta è squisito!, poi piccoli calamari ripieni, cremose alicette marinate ed altre buone preparazioni che più non ricordo..

qui va forte anche la proposta dei crudi, una moda che ha contagiato tutti i grandi ristoranti di pesce, ma soprassediamo, altra specialità, mi dicono, è la spigola (di mare) in cupola di sale e l'ho vista servire al tavolo accanto, davvero uno spettacolo, imponente e coreografica, ma è sul brodetto che abbiamo appuntato gli appetiti. Un po' di attesa e poi arriva solenne in maxiterracotta accompagnato da pane abbrustolito e da foccaccia via via riforniti.
Un signor Brodetto! Ben fatto! Gratificante!

Il Pecorino Pasetti è strepitosamente buono! Da alcuni anni sta in auge, è stato recuperato e pienamente valorizzato questo eccellente vitigno autoctono, di caratteristiche di grande personalità: sapido, minerale, vulcanico, nutrito di brezze del mare e di minerali di una terra assolata che all'altro capo vede la Maiella e i suoi massicci montuosi. Difatti in maniera impressionante mi ricorda i vini bianchi cileni dei quali sono caduta innamorata.


Ristorante Pasquale Mirka, Via F. Crispi, 24 Vasto

2 commenti:

rossellamother ha detto...

credoche il brodetto di zia Concettina sia ancora migliore: adoro le vecchie zie; ricordo com'erano carine quelle di Arsenico e vecchi merletti

papavero di campo ha detto...

ogni brodetto, di fondo, ha la sua nota, pur salvaguardando lo stile della preparazione, ogni volta è una cosa a sé

questa zia, l'hai intuìto! è una personcina molto speciale!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.