giovedì 1 ottobre 2009

L'aquila celeste è solo una nebulosa




(l'immagine proviene da astronomia.com)



l'Aquila Celeste è solo una nebulosa ma è bello sfoderare la nostra parola-idea poetica per un ammasso gassoso di brilluccichio stellare,

siccome oggi tutto il mio giorno è sotto il segno di un’inquietudine smarrita o similmente detto d'un inquieto smarrimento, vedere l’Aquila Celeste mi ha colpito a staffilate e lasciata intontita d'un turbamento ineffabile,

rendere il senso di un’ignota paura lo faccio con l’haiku:



la nebulosa
di sostanza di sogno
la vita è fatta



non è punto originale lo vedo da me , c’è il tributo a Shakespeare della Tempesta e a Calderon de la Barca e c’è una chiusa molto banale, ma non so differentemente esprimere e la banalità non sento di spregiarla perché è una sconfinata land


3 commenti:

Artemisia Comina ha detto...

smarrimento quieto auguro, mirando questa notte le stelle, il naso speranzoso spinto fuori dalle prime coperte autunnali.

simonapinto ha detto...

può la semplicità esser banale? dico di no! tuo stesso sentire ieri e credo non fossimo sole...hai visto il tuo pioppone che muso da ariete? e come ti guarda?!...grazie dei consigli che hai postato, mi hai ricordato la mia zia Ninì! lei diceva che per uova e pesce è importante sciacquare prima con sola acqua fredda per levare l'odore e solo poi sgrassare- fammi sapere se ti funziona a me pare di sì ma io uso la lavastoviglie...debolezza!
Mi ritrovo nel giorno a portarti nei miei pensieri.Un abbraccio

papavero di campo ha detto...

sì artemisia vivere i nostri stati d'animo come indossando abiti e intercambiandoli appunto


simona, il pioppone dal muso d'ariete mi piace come l'hai chiamato, la visione altrui aiuta la mia, un grazie molto caro!

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.