giovedì 6 gennaio 2011

Raduno di Befane. Ma no è una sola in versicolor! Viene Befangel / papaveri d'omaggio / a tutti quanti!




"La befana"

di Guido Gozzano

Discesi dal lettino

son là presso il camino,
grandi occhi estasiati,
i bimbi affaccendati

a metter la scarpetta
che invita la Vecchietta
a portar chicche e doni
per tutti i bimbi buoni.

Ognun, chiudendo gli occhi,
sogna dolci e balocchi;
e Dori, il più piccino,
accosta il suo visino

alla grande vetrata,
per veder la sfilata
dei Magi, su nel cielo,
nella notte di gelo

Quelli passano intanto
nel lor gemmato manto,
e li guida una stella
nel cielo, la più bella.

Che visione incantata
nella notte stellata!
E la vedono i bimbi,
come vedono i nimbi

degli angeli festanti
ne' lor candidi ammanti.
Bambini! Gioia e vita
son la vision sentita

nel loro piccolo cuore
ignaro del dolore














viva viva la befana!

stavolta espressionista
stufa d'essere intimista
oppure fa l'acquarellista
altre volte impressionista!

Befana Befanorum
sempre sei nel nostro cuorum,

rossa punteggiata,
di papaveri adornata
no! che non sei sfacciata
semplicemente sei amata!




(by papaver moi)


B U O N A * B E F A N A!





Viene Befangel
Papaveri d'omaggio
A tutti quanti!


15 commenti:

clelia ha detto...

La poesia di Gozzano mi ha fatto fare un salto mooolto all'indietro. Me l' avevano fatta imparare a scuola..
E' un qualcosa, l'Epifania, che si ha nel cuore..
Peccato che non ci sia più la trepidazione da carbone...

Clelia

papavero di campo ha detto...

bello il tuffo di memoria,
la poesia ha quel linguaggio quei sentimenti d'altro mondo certo è Gozzano ma è pure che siamo diventati altro, ricordare però allarga il cuore,
grazie,
ciao Clelia buona giornabefana!

Chiara ha detto...

Una volta avevo ricevuto , dentro alla calza, del nero carbone...Ricordo che ci rimasi malissimo,poi mi accorsi che era dolce e buonissimo! Quanti anni sono passati cara Laura! un abbraccio...

Romy ha detto...

Son befanatica
della Befana:
è befantastica la sua sottana!

Bacioni befanosi!

giorgio ha detto...

Tutte le volte che leggo Gozzano sento la voce e la giocosità ironica di Paolo Poli che accompagna la mia lettura ed è un grande piacere.
Ti vedo molto creativa e mi fa molto piacere.
Buon 2011!
Giorgio

clelia ha detto...

...E' vero!!! Ecco cosa mi mancava... paolo POli. Leggeva Gozao mooolto bene.
le cose belle restano sempre..
Ciao
Clelia

papavero di campo ha detto...

chiara il doppio senso del carbone! un insegnamento il buono dello scuro!

romy eh lo so noi bambine d'autrefois amiamo la befana (autrefois puor toi è solo licenza poetica!)

giorgio sì il vecchio poli che vecchio non è resta perfetto per gozzano, l'antan celebrato con tenerezza un po' di struggimento e tanta ironia!
creativa dici è che ho ricevuto in dono una tavoletta grafica e l'istinto mi dice di usarla anche per bilanciare dei down sul cotè fisico psicosomatico allora che risorsa è migliore della giocosità? vitale di per sé, perseguire l'infanzia ancora adesso è proponimento del 2011!
grazie di essere passato

un altro ciao clelia

simoff ha detto...

da quando ti conosco...vedo papaveri ovunque....anche il giorno della befana....(tazza fiorita allo store della mostra di van gogh!!)
la befana porta allegria e ricordi... e la poesia aiuta!!!

dona ha detto...

Che bei disegni fai: davvero brava!

papavero di campo ha detto...

simonetta come poteva la nostra Signora Dei Voli Insondabili non trascinarsi seco dei papaveri? chi resiste alla loro selvaggia bellezza? roba da divinità femminile e qui m'azzitto!!

grazie dona, com'è che fa tanto piacere sentirsi dire brava quando brava in tutta coscienza non ti senti? diciamo che è la molla del gioco che mi preme e poi, bando a false modestie, che piacevolezza quando il disegno mi piace anche! e i miei papaveri espressionisti mi piacciono!

NiN@Nò ha detto...

Ieri mattina mi sono svegliata e sono corsa in cucina ma...non c'era nessuna calza appesa alla cappa!
Dal "sacco regalorum" è sfuggito un piccolo pensierino anche per me,lo confesso, ma non è la stessa cosa che infilare la mano nella calza e tirar fuori cioccolate,caramelle,noci,mandarini...e poi capovolgerla per svuotarla tutta d'un fiato, impaziente di vedere cosa si nasconde nel fondo...
Bah...Sarò stata moolto cattiva!
Buon Anno!

papavero di campo ha detto...

cara catia consoliamoci memmen'io ho ricevuto regali concreti dalla notra Signora Befanorum ma all'età mia (non so se posso dire nostra)in soccorso ci viene il simbolo e tutti quei papaveri per aria qualcosa vorranno dire! certo una calzetta come dici tu però mancherebbe il camino ecco vedi manca sempre qualcosa! eppoi il segreto di pulcinella è che i regali se ti vuoi bene te li devi far da sola così quando arrivano da mani altrui la gioia è ancor più grande vero?
gran buon anno a te e miagolosi omaggi all'amica Ninanò!

giorgio ha detto...

Bello il tuo commento al mio ultimo post. Mi piacerebbe risponderti per mail. Scrivimi se vuoi.
Giorgio

papavero di campo ha detto...

ok mi fa piacere:
papaverodicampo@alice.it

NiN@Nò ha detto...

Hai perfettamente ragione sui regali fatti da soli. Del resto chi fa da sé fa per tre!
Dolce notte.

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.