lunedì 11 febbraio 2008

Carbonara, una con lo speck e una con la pancetta

Carbonara realizzata con spaghetti di grano duro formato "alla chitarra", un uovo battuto con parmigiano reggiano grattugiato, olio, spolverata di coriandolo e speck, rosolato croccante a parte aggiunto per ultimo alla preparazione.




Carbonara preparata con 2 uova, parmigiano reggiano grattugiato, abbondante spolverata di pepe nero macinato al momento, olio. La pancetta a parte rosolata, con due giovani rametti di origano fresco, e calata alla fine sul piatto di portata. La pasta: tagliatelline di semola di grano duro nel formato "a nido".

6 commenti:

dede ha detto...

pancetta pancetta! No fumo

papavero di campo ha detto...

per me son buone tutt'e due le versioni
c'è solo da stare attenti alla pancetta quella umana!
ma non è il tuo caso vedo che sei molto sottile, beata che puoi (potresti) mangiare a piacere!

dede ha detto...

non è proprio così, ma comunque grazie.

Stefano Buso ha detto...

A chi lo dici: l'eterna lotta tra uomo e bilancia, tra peso e ciccia...alla fine che ne sarà di noi? Intanto mangiamo sta ghiotta carbonara e che se ne frega..ciao
Ste

papavero di campo ha detto...

se il cibo è un piacere com'è che 'sta macchina meravigliosa(ILCORPOUMANO)funziona meglio con una dieta ascetica????
grandioso quesito vicino ai consimili "da dove veniamo, dove andiamo, come faremo a pagare l'affitto?....
ciao Ste

Geillis ha detto...

uhm, che meraviglia questa carbonara, a me viene sempre una schifezza, o l'uovo liquido oppure a frittata...

 
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.